fbpx

Urologia

Uretroscopia


Urologia

L’uretroscopia è un esame diagnostico endoscopico che permette l’ispezione  visiva diretta dell’uretra (il canale che collega la vescica con l’esterno). L’esame viene eseguito usando l’uretroscopio, uno strumento a fibre ottiche con all’estremità una piccola telecamera, che viene inserito nell’uretra. Rappresenta inoltre la prima fase della cistoscopia.

A cosa serve l’uretroscopia?

Le indicazioni per l’esame sono l’ematuria, i disturbi della minzione di tipo irritativo ed ostruttivo, il sospetto di restringimenti (stenosi) dell’uretra, lo studio di stenosi dell’uretra derivanti da ingrossamento della ghiandola prostatica, la ricerca di eventuali tumori della mucosa uretrale. In alcuni casi l’uretroscopia, oltre che a scopo diagnostico, può essere terapeutica. Con l’inserimento di piccoli strumenti è infatti possibile eseguire piccoli interventi come il trattamento delle stenosi o il trattamento di piccoli tumori.

Come si esegue l’uretroscopia?

Si tratta di una procedura ambulatoriale eseguita in asepsi. A seconda dei casi l’esame può essere eseguito in regime ambulatoriale o in day hospital (nei casi di uretroscopia terapeutica). Può richiedere l’uso di un gel anestetico per anestesia locale, di una sedazione o di un’anestesia generale. L’uretroscopio viene introdotto lungo l’uretra mediante irrigazione di soluzione fisiologica sterile per ispezionarne le pareti. La durata della procedura varia da 5 a 15 minuti.

È necessaria una preparazione?

Potrebbe essere richiesta una recente urinocoltura sterile ed il digiuno. È inoltre necessario che il medico sappia se il paziente soffre di malattie infettive o che predispongono al sanguinamento, se assume farmaci anticoagulanti, se è portatore di pacemaker o di protesi valvolari cardiache.

In caso di uretroscopia eseguita in anestesia è necessario attenersi alle informazioni fornite dal medico.

Quali sono i rischi e le complicazioni?

Sono rappresentate da lesioni dell’uretra, uretrorragia, ematuria, infezione uro-genitale, urgenza minzionale, ritenzione acuta di urina, pollachiuria (aumento della frequenza minzionale), bruciore minzionale: sono generalmente temporanee e facilmente curabili con terapia medica.

Come ci si comporta dopo l’uretroscopia?

Se è stata effettuata sedazione il paziente resterà “in osservazione “in reparto fino al recupero di una sufficiente autonomia. Se non ci sono disturbi di rilievo il paziente può rientrare a domicilio e assumere un pasto leggero. In caso di esami eseguiti in anestesia, a scopo anche terapeutico, la degenza potrebbe variare a seconda dei casi.

Approfondimenti


Prenotazioni

Prenotazioni Privati, Assicurati, Fondi

ONLINE: prenotazioni.osp-koelliker.it

EMAIL: prenotazioni.private@ospedalekoelliker.it

CENTRALINO: 011.6184.111

Lunedì-Venerdì: 8.00-19.00

Sabato: 9.00-12.00

Prenotazioni SSN

ONLINE: prenotazioni.osp-koelliker.it

EMAIL: prenotazioni.ssn@ospedalekoelliker.it

CENTRALINO: 011.6184.511

Lunedì-Venerdì: 10.00-17.00

Si ricorda che attualmente non è possibile effettuare prenotazioni di persona

Dove siamo
Piano Secondo, Stanze 11-13


Specialisti

Responsabile: Dott. Cauda F.

Medico: Dott. Aveta P.

Medico: Dott. Carone R.

Medico: Dott. Marangella M.

Medico: Dott. Valentino F.

Medico: Dott. Alladio F.

Medico: Dott.ssa Cattaneo E.M.


QuestionClose
Scopri l’Ospedale dei bambini!