fbpx

Malattie Pneumologiche

Dispnea e stanchezza post-Covid


Malattie Pneumologiche

L’infezione da COVID-19 lascia a tanti pazienti sintomi che durano mesi e mesi limitando fortemente la qualità di vita. Tra questi la difficoltà respiratoria o dispnea, sia a riposo sia sotto sforzo, e la stanchezza cronica sono tra quelli più frequentemente riportati dai pazienti.

Perché?

Tanti sono i motivi alla base di questi sintomi post infezione. Tra questi l’anemia, i disturbi tiroidei, lo stato di infiammazione cronica dei tessuti muscolari e articolari, gli esiti di tromboembolie e i disturbi cardiaci sono tutti elementi che devono essere attentamente considerati e valutati con gli opportuni test di laboratorio e con il consulto cardiologico inclusivo dell’ecocardiografia ed ECG.

Il punto critico rimane il polmone, organo dove la malattia si è sviluppata in modo più marcato durante la fase acuta rispetto agli altri organi o tessuti e che può nascondere alterazioni non o poco evidenti a riposo ma che possono diventare manifeste sotto sforzo e causare dispnea. In effetti, le indagini funzionali come la spirometria globale ed il test di diffusione alveolo-capillare del monossido di carbonio e la TAC del torace mettono talora ancora in evidenza alterazioni del parenchima e dei vasi polmonari. In altri casi invece, queste indagini non rivelano più anomalie anche se la dispnea e l’astenia persistono e preoccupano e deprimono il paziente.

Cosa fare in questi casi

Un recente studio della Società di Pneumologia Svizzera (Respiration 2021; 100: 826-841) ha suggerito di indagare la presenza di eventuali anomalie polmonari o cardio-vascolare durante l’attività fisica che possono contribuire a peggiorare i sintomi sopra riportati.

La nostra esperienza con il TEST DA SFORZO CARDIO-POLMONARE va a totale supporto di questa indicazione perché abbiamo avuto modo di osservare pattern inattesi come la presenza di tachicardia per tutta la durata del test da sforzo, o la comparsa di importante ipertensione arteriosa, o un aumento della ventilazione in eccesso a quella necessaria ed altre anomalie, tutti elementi che contribuiscono a spiegare la difficoltà respiratoria e l’astenia e che in qualche modo possono essere ancora adeguatamente curati migliorando il decorso post-COVID. In altri casi abbiamo invece documentato la comparsa di dispnea e fatica durante lo sforzo in assenza completa di qualunque anomalia respiratoria e/o cardio-vascolare, a testimonianza del fatto che il virus è stato capace di causare questi disturbi attraverso meccanismi così detti neurosensoriali. In questi casi sarà opportuno ricorrere a programmi di riabilitazione allo sforzo e controllo del respiro con o senza l’assistenza dello psicologo.

Approfondimenti


Prenotazioni

Prenotazioni Privati, Assicurati, Fondi

ONLINE: prenotazioni.osp-koelliker.it

EMAIL: prenotazioni.private@ospedalekoelliker.it

CENTRALINO: 011.6184.111

Lunedì-Venerdì: 8.00-19.00

Sabato: 9.00-12.00

Prenotazioni SSN

ONLINE: prenotazioni.osp-koelliker.it

EMAIL: prenotazioni.ssn@ospedalekoelliker.it

CENTRALINO: 011.6184.511

Lunedì-Venerdì: 10.00-17.00

Si ricorda che attualmente non è possibile effettuare prenotazioni di persona

Dove siamo
Ospedale Koelliker
Terzo piano (ingresso principale a sinistra, prendere ascensore)


Specialisti

Medico: Dott. Torchio R.

Medico: Dott. Forconi G.

Prof: Dott. Pellegrino R.


QuestionClose
Scopri l’Ospedale dei bambini!