fbpx

Protesi articolari: quando l'impianto migliora la qualità della vita

Protesi articolari: quando l'impianto migliora la qualità della vita


Guest article
Dott. Andrea Losana

Unità Operativa: Ortopedia

Delicati, complessi, ma in grado di restituire al paziente un significativo miglioramento della qualità della vita. Il Dott. Andrea Losana, responsabile dell’Unità Operativa di Ortopedia presso l’Ospedale Koelliker di Torino, fa il punto sugli interventi per l'impianto di protesi articolare al ginocchio e all'anca.

Ospedale Koelliker - nel 2017 oltre 500 interventi di impianto di protesi articolari

Le protesi articolari sono dei dispositivi meccanici, composti da metallo, polietilene e ceramica che possono sostituire articolazioni danneggiate e consentire un recupero del movimento senza dolore.

La prima nata è stata la protesi dell’anca ma ora sono disponibili protesi per il ginocchio, la spalla, il gomito, la caviglia, il polso e alcune piccole articolazioni di mano e piede. Attualmente, gli interventi di routine del nostro reparto si focalizzano su impianti di protesi dell’anca, del ginocchio e della spalla.

La regola generale è di impiantare la protesi più tardi possibile, evitando l’uso nei pazienti giovani che mostrano risultati meno brillanti soprattutto a causa delle maggiori richieste funzionali e alla conseguente usura della protesi. Mancano ancora, tuttavia, gli esiti degli impianti in soggetti giovani di protesi più moderne con l’accoppiamento ceramica -ceramica.

A prescindere dall’età, la protesi deve essere impiantata quando la qualità della vita del paziente non è più accettabile, con dolore costante e limitazione della capacità di cammino e della vita di relazione. La protesi articolare rappresenta oggi infatti  la miglior soluzione a lungo termine per l’artrosi grave primaria o secondaria ad altre patologie o esiti traumatici.

I pazienti operati potranno alzarsi il giorno successivo all’intervento e inizieranno immediatamente la riabilitazione. I primi giorni sarà necessario assumere antidolorifici che potranno essere sospesi gradualmente. Una buona ripresa della autonomia e la deambulazione senza stampelle o bastoni viene raggiunta, in media, due mesi dopo l’intervento.

Esistono molti ospedali pubblici e privati convenzionati dove la chirurgia protesica viene effettuata routinariamente. E’ importante rivolgersi a questi centri perché sono più affidabili.

Nel nostro Ospedale nel 2017 sono state impiantate oltre 500 protesi articolari dalla mia equipe e da quelle del Dott. Canata e del Dott. Comba, rendendo la struttura affidabile per questo tipo di chirurgia. Inoltre al Koelliker abbiamo la fortuna di avere un reparto riabilitativo di eccellenza, diretto dal Dott. Larosa, dove i nostri pazienti possono essere riabilitati sia in forma di ricovero sia in forma ambulatoriale.

La speranza attuale, cioè degli impianti moderni di ultima generazione, è che possano durare oltre 20 anni, salvo complicazioni.

CHECK UP KOELLIKER

Scopri gli esami di controllo a tariffa privata agevolata del laboratorio analisi.

Hai un’assicurazione
o una convenzione privata?

Scopri se è tra quelle convenzionate
con il nostro Ospedale!

Vai
Prenoting koelliker

Scopri come prenotare in modo facile e veloce visite ed esami clinici in pochi secondi, direttamente online da smartphone, tablet e pc!


Scopri di più