fbpx

Interventistica ecoguidata

Litoclasia


Interventistica ecoguidata

La tendinopatia calcifica della spalla rappresenta una patologia molto diffusa la cui eziopatogenesi non riconosce un unico fattore ed appare caratterizzata da una serie di fasi (tre o quattro a seconda della classificazione) in cui si ha una fase precalcifica, una di deposizione ed una successiva di riassorbimento associate rispettivamente a scarsa sintomatologia iniziale, seguita da una fase scarsamente dolorosa, seguita da una fase di relativa remissione e talora successiva fase di riacutizzazione (talora unica sintomatologia). 

Le calcificazioni nelle differenti fasi si presentano radiograficamente ed ecograficamente diverse: possono essere più o meno fluide o dense/calcifiche. In relazione alla tipologia possono essere maggiormente suscettibili a diversi trattamenti dalle onde d’urto fino alla rimozione chirurgica. 

La litoclasia si pone come alternativa all’intervento chirurgico ma non richiede ospedalizzazione, viene eseguita in regime ambulatoriale, richiede un tempo massimo che raggiunge i 30/40 minuti.

È una procedura che ha dimostrato una buona efficacia nelle calcificazioni di recente formazione (definite ancora “molli”) oppure in quelle ben strutturate, singole, con alcune caratteristiche peculiari, per dimensioni (almeno di 10 mm) e conformazione (tipicamente con aspetto “a cupola”). Il trattamento preferibilmente sarebbe da eseguire durante la fase di maggiore sintomatologia algica, in quanto nei giorni successivi al trattamento vi potrebbe essere un’accentuazione della sintomatologia algica.

La tecnica permette un intervento preciso e selettivo sulla lesione calcifica consentendone la destrutturazione e l’asportazione attraverso un “lavaggio” con soluzione fisiologica riscaldata (che favorisce l’azione di destrutturazione della calcificazione stessa.

Ma vediamo nei dettagli in cosa consiste il trattamento: si inocula un farmaco anestetico locale sia nella regione cutanea/sottucutanea, sede di inserzione di uno o due aghi (a seconda della tecnica con ago singolo o doppio) di calibro sufficiente a permettere l’uscita dei frammenti calcifici che vengono lavati via dal circuito idraulico che si costituisce. Successivamente si instilla all’interno della borsa subacromion-deltoidea un farmaco steroideo ed un acido ialuronico a basso peso molecolare.

I risultati, di solito sono migliori se associati ad un breve periodo successivo al trattamento (dopo una fase di recupero dalla sintomatologia) di fisiokinesi, dopo applicazione di ghiaccio immediatamente successivo al trattamento.

I tempi di recupero dopo il lavaggio sono comunque ridotti rispetto all’intervento chirurgico a fronte di un risultato sovrapponibile. In alcuni, rari, casi è possibile una recidiva che potrebbe richiedere un secondo trattamento o anche solamente un trattamento di tipo needling.

Approfondimenti


Prenotazioni

Prenotazioni online:
prenotazioni.osp-koelliker.it

Prenotazioni telefoniche SSN
Centralino: 011.6184.511
Lunedì – Venerdì: 10.00 – 17.00

Prenotazioni telefoniche Privati, Assicurati, Fondi
Centralino: 011.6184.111
Lunedì – Venerdì: 8.00 – 19.00
Sabato: 9.00 – 12.00

Prenotazioni allo sportello:
Attualmente non è possibile effettuare prenotazioni di persona.
Invitiamo i pazienti ad utilizzare una delle modalità sotto riportate:
Online e App: Prenoting Koelliker
E-mail: prenotazioni@osp-koelliker.it

Dove siamo
Piano seminterrato, seguire il percorso indicato, attività privata


Ritiro di referti in loco
Ritira i tuoi referti presso l’Accettazione di Diagnostica per immagini – piano seminterrato.

Orario:
Dalle ore 13.30 alle ore 16.30 il primo giorno di disponibilità dell’esame.
Nei giorni successivi dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 16.30.

I referti di ecografia di norma vengono consegnate al termine dell’esecuzione.


Specialisti

Medico: Dott.ssa Gallo A.

Medico: Dott.ssa M. Falco MD


QuestionClose
Scopri l’Ospedale dei bambini!