Novità, approfondimenti e informazioni
utili per medici e pazienti

Lesioni osteoarticolari: una nuova frontiera nell’uso delle cellule staminali di origine adiposa


La nuova Divisione di Chirurgia Plastica & della Mano dell’Ospedale Koelliker propone una nuova e promettente frontiera nell’uso delle cellule staminali di origine adiposa: l’utilizzo antidolorifico/antinfiammatorio nelle lesioni osteoarticolari e per rigenerazioni dei tessuti osteocartilaginei e cutanei.

Le cellule staminali di origine adiposa: una grande promessa per il futuro

La ricerca ha di recente messo a disposizione un metodo innovativo, ampiamente studiato e collaudato, per il prelievo, l’isolamento e l’attivazione delle Cellule Staminali di Origine Adiposa o meglio cellule del reticolo vasculo-stromale (la rete di supporto ai tessuti umani contenente anche vasi e nervi). Si tratta di cellule con azioni terapeutiche e di rigenerazione tissutale locali.

Le cellule staminali di origine adiposa sono caratterizzate da una numerosità e un’azione rigenerativa molto superiori alle cellule staminali del midollo osseo, meno abbondanti e meno facilmente estraibili. L’utilizzo di queste cellule è scientificamente provato, già ampiamente diffuso e in grande espansione in quanto rappresentano una grande promessa del futuro.

Molte ricerche cliniche internazionali hanno dimostrato che la combinazione di lavaggio e micro frammentazione dell’adipe direttamente in sala operatoria stimola e rende bioattive le cellule staminali in esso contenute in totale sicurezza in termini di sterilità o non tossicità per il paziente. Infatti il processo avviene direttamente in sala o saletta chirurgica a circuito chiuso, senza passaggi enzimatici biochimici o di laboratorio, che possano determinare rischi di rigetto o di non-sterilità.

Tutta la metodica viene svolta in una saletta chirurgica ambulatoriale in anestesia locale, e con massima sicurezza, benessere e comfort per il Paziente.
Queste cellule sono prelevate mediante lipoaspirazione e vengono rese biologicamente attive tramite una processazione meccanica, per poi essere immediatamente iniettate nelle aree da trattare, quindi si tratta di cellule staminali autologhe.

Le applicazioni delle cellule staminali di derivazione adiposa, rigorosamente provate dalla scienza medica internazionale, sono le seguenti:

  • Iniezione di cellule associata al grasso lipoaspirato per la volumizzazione di guance, solchi, cicatrici atrofiche, pene, ecc in modo da aumentare, rispetto ad una tradizionale lipostruttura, durata, rapidità, effetto riparativo/rigenerativo e percentuale di attecchimento e stabilità dell’adipe innestato nella zona da volumizzare
  • Iniezione di cellule in legamenti, tendini, articolazioni, per dolore artrosico e tendinitico, non rispondente a farmaci o chirurgia tradizionale, o in condizioni ancora troppo lievi per pensare alla chirurgia ortopedica tradizionale.
  • Infiltrazione di cellule in prossimità di neuromi dolenti per dolore neuropatico, non trattabile con farmaci o chirurgia tradizionale.
  • Iniezione in aree cutanee ulcerate per rigenerazione tessutale, per ripristinare la vascolarizzazione ed il trofismo locali, favorendo così la guarigione
  • Iniezione in aree sottocutanee atrofizzate o mortificate e danneggiate da ustioni o radioterapia,per rigenerazione tessutale, per attenuare il dolore e per ripristinare la vascolarizzazione ed il trofismo locali,

I chirurghi della nuova Divisione di Chirurgia Plastica & della Mano dell’Ospedale Koelliker, conoscono le basi scientifiche e padroneggiano perfettamente tutte queste ed altre applicazioni per quanto riguarda il trattamento di lesioni, degenerazioni e usure delle articolazioni della mano.

BIBLIOGRAFIA

  1. Bianchi F, Maioli M. A New Nonenzymatic Method and Device to Obtain a Fat Tissue Derivative Highly Enriched in Pericyte-Like Elements by Mild Mechanical Forces From Human Lipoaspirates. Cell Transplantation, Vol. 22, pp. 2063–2077, 201
  2. Zuk PA, Zhu M, Ashjian P et al. Human adipose tissue is a source of multipotent stem cells. Mol Biol Cell 13:4279-4295.
  3. Sterodimas A, de Faria J, Nicaretta B, Boriani F. Autologous fat transplantation versus adipose- derived stem cell-enriched lipografts: a study. Aesthet Surg J. 2011 Aug;31(6):682-93
  4. Kuroda K, Kabata T, Hayashi K, Maeda T, Kajino Y, Iwai S, Fujita K, Hasegawa K, Inoue D, Sugimoto N, Tsuchiya H. The paracrine effect of adipose-derived stem cells inhibits osteoarthritis progression. BMC Musculoskelet Disord. 2015 Sep 3;16:236.
  5. Michalek J, Moster R, et al. Autologous adipose tissue-derived stromal vascular fraction cells application in patients with osteoarthritis.Cell Transplant. 2015 Jan 20
  6. L. Martini, G. Caruso, A. Vitali. IL LIPOFILLING NELLA PATOLOGIA TENDINEA: EFFETTO ANTALGICO E ATTIVITÀ RIPARATIVA. 53° Congresso nazionale SICM – ATTi Del Congress
  7. Martini L, Gelli R, Caruso G, Tremolada. TRATTAMENTO CHIRURGICO DELLA CICATRICE E DEL NEUROMA DOLOROSO DELL’ARTO SUPERIORE CON TESSUTO ADIPOSO AUTOLOGO: CONFRONTO TRA LIPOGEMS E LIPOFILLING SEC. COLEMAN. 52° CONGRESSO NAZIONALE SICM – ATTI DEL CONGRESSO
  8. Carlo Tremolada, Giancarlo Palmieri, and Camillo Ricordi. Adipocyte Transplantation and Stem Cells: Plastic Surgery Meets Regenerative Medicine. Review. Cell Transplantation, Vol. 19, pp. 1217–1223, 2010
CHECK UP KOELLIKER

Scopri gli esami di controllo a tariffa privata agevolata del laboratorio analisi.

Prenoting koelliker

Scopri come prenotare in modo facile e veloce visite ed esami clinici in pochi secondi, direttamente online da smartphone, tablet e pc!


Scopri di più